MuSEd Museo della Scuola e dell'Educazione Mauro Laeng

Mario Alighiero Manacorda

Tipologia Fondo
Data cronica 1944 - 2013
[VUOTO]

Tipologia

Fondo

Storia istituzionale/Biografia

Mario Alighiero Manacorda, nasce a Roma il 9 dicembre 1914. Studia Lettere alla Normale di Pisa, poi perfeziona i suoi studi all'Università di Francoforte nel 1936-1937. I filoni di interesse sono prima lo studio linguistico-letterario, poi quello storico-politico e infine la storia della pedagogia e della scuola, in continuità con gli interessi del padre Giuseppe. La vasta opera di Manacorda è tradotta in diverse lingue e conosciuta a livello internazionale.
Ha ricoperto incarichi di responsabilità politico-culturale a livello nazionale: nel PCI (Commissione cultura) collaborando in particolare alla stesura del disegno di Legge Donini-Luporini per la scuola unica dai 6 ai 14 anni, nella Fondazione Istituto Gramsci, nella ADSN, (Associazione difesa della scuola nazionale). Intenso anche l'impegno internazionale in qualità di membro del FISE (Fédération International des Enseignants) e della Commissione nazionale italiana dell'Unesco.
Ha insegnato Pedagogia e Storia della pedagogia, prima all'Università di Cagliari, 1967, poi a Viterbo, Siena, Firenze e infine a Roma dove termina la docenza nel 1978.
Ha partecipato a numerosi convegni nazionale e internazionali, ha portato avanti battaglie di impegno civile per l'applicazione del concetto di laicità nella scuola e contro il regime concordatario tra Stato e Chiesa con il Movimento Carta '89. Nell'ultima parte della sua vita si è dedicato allo studio dello sport, dall'antichità a oggi, riconoscendo all'attività fisica un ruolo imprescindibile per la salute e per la qualità della vita degli esseri umani.
Ha pubblicato tanto, oltre alle sue monografie, ha scritto per numerosi periodici, nazionali e internazionali, quotidiani, tra questi «Rinascita», «L'Unità», «Vie Nuove», «Società», «Il Contemporaneo», «Rassegna sovietica», ma soprattutto su riviste scolastiche e di pedagogia, fra queste «Riforma della scuola» di cui è stato direttore insieme a Lucio Lombardo Radice, Carlo Bernardini e Franco Zappa e collaboratore.
Per approfondimenti biografici e bibliografici su Manacorda si rimanda in particolare al volume curato da Angelo Semeraro, L'educazione dell'uomo completo. Scritti in onore di Mario Alighiero Manacorda, La nuova Italia, 2001.

Storia archivistica

La parte archivistica e la raccolta di riviste (consistenza di 42 scatole di documenti e di 18 scatole di riviste e materiale a stampa) è stata donata, per volere del soggetto produttore, al Museo della scuola e dell'educazione già Museo storico della didattica, mentre la Biblioteca d'autore è confluita nel Sistema Bibliotecario di Ateneo.
http://www.sba.uniroma3.it/it/biblioteche/sfo-biblioteca-di-area-di-scienze-della-formazione


 

Modalità di acquisizione

Il Fondo archivistico e librario è stato donato dagli eredi nel dicembre 2015.

Note

Grazie all'interessamento della prof.ssa Carmela Covato, sua allieva e collaboratrice, il Museo ha acquisito questo importante fondo (librario e documentale) che apre nuovi canali di ricerca, soprattutto  sui sistemi educativi internazionali e sull'impegno politico per una riforma della scuola in grado di formare cittadini consapevoli.
Il lavoro di schedatura, ordinamento e inventariazione del Fondo Manacorda è opera di Nicoletta Valente per Memoria srl. Il lavoro è stato svolto nel 2017.

Persona

Ente

Bibliografia/Fonte

Fondo

Inventario